Chrome Downloader Plus, come scaricare file da Chrome su iPhone o iPad

di Redazione Commenta

Spread the love

Tra i tanti limiti con cui Apple vincola in determinati modi i suoi dispositivi, c’è sicuramente quello riguardante il download di file da browser. La cosa è infatti piuttosto complessa: alcuni elementi si possono effettivamente scaricare dal web utilizzando i vari browser mobile, ma sono più quelli il cui download è impossibile e non permesso da iPhone. Col tweak di cui vi parliamo oggi, Chrome Downloader Plus, è effettivamente possibile abilitare i download per moltissime estensioni di file, e fare un sacco di altre cose.
Vediamo dopo il salto tutti i dettagli.

Vediamo di seguito le caratteristiche più importanti del tweak:

  • Supporta il download di moltissime estensioni;
  • Badge di notifica che segnala le novità per i download in corso;
  • Possibilità di controllare i download in corso;
  • Possibilità di salvataggio file sotto qualsiasi directory sotto var/mobile;
  • Supporto alla modalità in incognito;
  • Possibilità di download dei video di YouTube per guardarli in assenza di connessione;
  • Visualizzazione video scaricati in diverse risoluzioni, da 144p a 1080p;
  • Possibilità di importazione di file video e audio nella libreria musicale, nell’app Video e nelle altre applicazioni supportate;
  • Possibilità di modificare le informazioni metadata dei video;
  • Possibilità di attivare e disattivare YouTube Downloader separatamente, dal Download Manager.

Questo tweak, insomma, è un acquisto imprescindibile per chi scarica spesso file da internet e non vuole privarsi di questa possibilità sui dispositivi iOS. Segnaliamo inoltre che con questa nuova versione Plus, Chrome Downloader supporta pienamente anche iPad, con un’interfaccia grafica ridisegnata e progettata ad-hoc per il tablet Apple.

Il tweak costa 3 dollari ed è disponibile all’interno della solita repository di BigBoss. È compatibile con iPhone 5, iPhone 4S, iPhone 4, iPad di terza e di quarta generazione, iPad mini, iPod touch di quarta e quinta generazione. Tutti i dispositivi, perché il tweak funzioni, devono aver installato iOS 6 o superiore.

E voi lo avete provato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>