Google porta Chrome OS su Windows 8

di Giovanni Biasi Commenta

chrome os windows 8

Non molto tempo fa Google annunciava la sua iniziativa Chrome Apps, lanciata per fare in modo di poter utilizzare le app installate su Chrome anche fuori dallo stesso browser, in modo da far loro raggiungere più di una piattaforma. Oggi però sembra che la compagnia abbia anche altro in mente, qualcosa di molto più complesso. Durante le settimane scorse, infatti, Google ha aggiornato la versione per sviluppatori del suo Chrome per fare in modo che, essenzialmente, funzioni come se fosse un Chrome OS all’interno della versione Metro di Windows 8

Generalmente, Chrome su Windows 8 funziona su desktop, ma è possibile fare in modo di lanciare il browser in modo che funzioni in una speciale modalità “Metro style”. I nuovi aggiornamenti appaiono fin da subito molto diversi dall’attuale versione stabile di Chrome su Windows 8, che presenta semplicemente una vista fullscreen.

Nell’ultima release, infatti, l’interfaccia utente e le funzionalità mostrate sono identiche a quelle già viste su Chrome OS: c’è un ripiano contenente le icone per l’accesso veloce a Chrome, Gmail, Google, Docs e YouTube, che possono essere riorganizzate sulla parte bassa dello schermo, a sinistra o a destra. Come su Chrome OS, poi, è possibile creare più finestre sul browser e organizzarle con semplici movimenti verso destra o sinistra dello schermo. Sull’angolo in basso a sinistra, inoltre, è anche disponibile un launcher.

Nonostante questa versione di Chrome si comporti come un’applicazione per Windows 8, in realtà utilizza una modalità speciale abilitata dalla stessa Microsoft proprio in funzione dei browser web. Microsoft permette infatti ai browser su Windows 8 di essere lanciati con lo stile Metro, con tutti i vantaggi che comporta una cosa simile.
Da notare, però, che Microsoft non permette l’utilizzo di questa modalità su Windows RT.

Al momento questa versione di Chrome funziona abbastanza male e presenta qualche crash occasionale, ma la direzione che si vuole intraprendere è ormai piuttosto chiara: creare un ecosistema Google all’interno delle piattaforme Windows.

via | The Verge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>