Su Google Chrome arriva la cache/back forward per velocizzare la navigazione

di Gio Tuzzi Commenta

Gli sviluppatori di Google stanno studiando un nuovo modo per velocizzare la navigazione nelle pagine web già visitate su Google Chrome.

Google Chrome 66
Google Chrome 66

Novità in arrivo sul browser Google Chrome grazie al team di sviluppatori di Google che sta pensando ad una nuova cache/back forward per garantire una velocità maggiore di navigazione nelle pagine web già visitate. Tramite tale cache in poche parole si ha la possibilità di mantenere al suo interno le pagine precedenti e successive a quella attuale e far sì insomma che possano essere visualizzate immediatamente senza attendere che si ricarichino. Tramite questa cache/back forward a disposizione per Google Chrome si potrà garantire un miglioramento del 19% delle prestazioni di navigazione in modalità mobile.

E’ senza dubbio una particolarità studiata principalmente per chi naviga dal proprio smartphone attraverso Google Chrome, ma a detta di Google tale funzione sarà disponibile anche per la versione desktop, probabilmente con qualche giorno di ritardo. C’è da dire inoltre che gli sviluppatori, che hanno pensato a questa novità per velocizzare la navigazione, non hanno volutamente utilizzato l’implementazione presente in WebKit, questo perché non è assolutamente compatibile con l’aspetto multiprocessore di Google Chrome.

Ci si chiede a questo punto quando questa nuova cache/back forward possa essere effettivamente disponibile per il browser di Google? La risposta al momento è alquanto incerta, questo perché il progetto si trova ancora in una fase prototipale, si stanno insomma studiando le varie soluzioni per rendere tutto al meglio, quindi bisognerà attendere ancora un po’ di tempo prima che possa fare la sua reale comparsa nelle differenti versioni di Chrome, a partire proprio da Canary.

L’idea è senza dubbio interessante, un primo assaggio è dato proprio da un video diffuso su youtube dagli sviluppatori e che fa capire come possa effettivamente funzionare l’intero procedimento, mettendo a confronto Google Chrome con questa nuova cache in contrapposizione con la variante senza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>