Chrome e le schede: come abilitare indicatori di provenienza dell’audio

di Giovanni Biasi Commenta

google-chrome-enable-audio-notifiers

Lo scorso Febbraio, Google annunciava che avrebbe aggiunto a Chrome indicatori audio sulla barra delle schede, in modo che gli utenti sapessero immediatamente l’origine di eventuali flussi audio (lo sappiamo quanto sono fastidiosi, alcuni!). La cosa può essere utile specialmente quando, ad esempio, ci si trova con decine di schede aperte, anche con diversi contenuti multimediali, e proprio non si capisce da dove provenga l’audio. 

Nonostante la caratteristica sia stata introdotta tecnicamente a Febbraio, non è ancora stata attivata per il pubblico. Probabilmente perché Google sta ancora testando la cosa e non si sente pronta a rilasciarla ufficialmente. Oggi però vi parliamo di una guida che permette di abilitare i suddetti indicatori.

Si tratta di una caratteristica presente in ogni versione di Chrome, ma c’è bisogno di attivarla da un parametro specifico, prima che si possa utilizzare. Quello che serve, nello specifico, è una piccola modifica all’icona che utilizzate per avviare Chrome.

  1. Per prima cosa, localizzate l’icona con cui avviate Google Chrome. Si trova molto probabilmente sul menu di Avvio o sulla barra degli strumenti;
  2. Cliccate col destro e selezionate Proprietà;
  3. Guardate il box Destinazione: alla fine del suo contenuto aggiungete uno spazio, e quindi incollateci la seguente stringa: —enable-audible-notifications;
  4. A questo punto riavviate il browser e la caratteristica dovrebbe essere abilitata.

Il miglior modo per testarla è andare immediatamente su YouTube e avviare un video, per essere certi che tutto stia funzionando al meglio. Se è tutto ok, dovreste vedere una favicon animata nella scheda di provenienza dell’audio. Come questa qui sotto, per intenderci.

audio-notifier chrome

Si noti però che, nonostante la cosa funzioni benissimo con YouTube (che è sempre di Google), potrebbe non funzionare al meglio con altri siti che mandino flussi audio/video.
E, intendiamoci, è una cosa che limita di molto la funzione, ed è un ottimo motivo per il quale Google non ha ancora deciso di pubblicarla ufficialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>